STELLA

UNA STELLA CHE BRILLA NEL CIELO, UNA DELLE TANTE, MA NON ESPRIMETE DESIDERI, NON E' UNA STELLA CADENTE..E' UNA STELLA CHE CERCA LA LUCE PER CAPIRCI QUALCOSA IN QUESTO STRANO PIANETA, UNA STELLA ALLA RICERCA DELLA VERITA', O PERLOMENO CI PROVA , MAI DISPERARE...

11 aprile 2007

AIUTATEMI A CAPIRE

Ho visto il filmato della decapitazione dell'autista di Mastrogiacomo, ho visto le facce di esultanza dei talebani alla lettura della sentenza di morte, ho visto i talebani muoversi perfettamente a loro agio nei vari villaggi, ho visto l'altro giorno un'intervista fatta a donne musulmane che dicevano di non avere nulla da dire se i loro mariti le picchiavano, ho visto bambini talebani che ripetevano a memoria versetti del corano, pronti a diventare combattenti nel nome di Allah, ma io mi chiedo: ma che cosa stiamo a fare lì? Ma andiamo via tutti, militari, civili, giornalisti, medici, Emergency, tutti quanti, non riesco a pensare di trattare con quella gente, di fare dei negoziati, non credo siano disposti a negoziare, ma lo sapranno cosa vuol dire negoziare? Scusatemi, ma sono troppo sconvolta, succedono troppe cose orribili, e vedo poco chiaro ovunque. Andiamo via, il più presto possibile.

2 Comments:

  • At 14:31, Blogger mario said…

    Seguo mio figlio quando deve fare i compiti.Questo mi offre l'occasione per ripercorrere la storia e di come l'uomo ha tracciato di orrori società e continenti.
    Ho ripercorso con lui i sentieri maya con spagnoli che impugnavano la croce con Cristo, le dune del deserto in compagnia di islamici e crociati, lo scannamento tra ugonotti e cristiani in Francia e sulle coste della Florida nel 500 e, piano piano, fino ad arrivare ai nostri giorni i semi della pulizia etnica in Turchia con gli armeni, gli esperimenti sui disabili in Svezia prima del nazismo e così nei decenni.
    L'intolleranza e la violenza non hanno un papà ideologico, hanno attraversato per mille motivi tutti i gruppi e le società di questo pianeta.
    Se vogliamo cercare di rallentare e fermare quell'orrore iniziamo a portare a casa i militari.Sono convinto che il modo migliore per aiutare quella gente sia lasciare che la storia faccia il suo corso.E che siano gli abitanti di quei luoghi che ne stabiliscano il percorso.Preoccupiamoci di costruire un'alternativa credibile a casa nostra.

     
  • At 19:15, Blogger Ed said…

    Sì, figurati: hanno appena rifinanziato la missione (di pace, ma con più armi)!

     

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home