STELLA

UNA STELLA CHE BRILLA NEL CIELO, UNA DELLE TANTE, MA NON ESPRIMETE DESIDERI, NON E' UNA STELLA CADENTE..E' UNA STELLA CHE CERCA LA LUCE PER CAPIRCI QUALCOSA IN QUESTO STRANO PIANETA, UNA STELLA ALLA RICERCA DELLA VERITA', O PERLOMENO CI PROVA , MAI DISPERARE...

14 novembre 2006

MARCIA INDIETRO....

Questo è il governo della marcia indietro, ma possibile che appena qualcuno si lamenti, in fretta e furia ci ripensa e toglie subito la tassa? Ma dove le ha le palle 'sto governo? Ma abbiate il coraggio di continuare, non deludeteci (l'avete già fatto veramente...). Speriamo che almeno la Turco non ci ripensi con gli spinelli, almeno si fumamo quelli, al posto del cervello....

7 Comments:

  • At 17:19, Blogger Ed said…

    Si vabbè, per una cosa buona (la Turco) guarda quanti ripensamenti. E alla fine possibile che debbano pagare anche quelli non ce la fanno più?
    Ma ci voleva tanto a fare una finanziaria che dicesse: da 40.000 euro in su pagano tutti di più, gli altri di meno?

     
  • At 21:08, Blogger mario said…

    La finanziaria è francamente deludente.
    Confusa e piena di contraddizioni. Quelli che ne escono bene sono i grandi gruppi industriali (tra incentivi,cuneo fiscale etc. ne hanno)
    Per quanto ci riguarda a fronte di una redistribuzione del reddito (mi viene da ridere) avremo + tasse comunali e regionali, aumento di bolli ed amenità varie e via discorrendo. Mi chiedo ma a quelli che hanno fatto rientrare i capitali in Italia non chiede nulla nessuno?

     
  • At 23:02, Blogger STELLA said…

    Si Ed, probabilmente ci vuole tanto, molto di più di quanto siano capaci...
    Mario, tutto è deludente di questo governo, mi aspettavo più coraggio e determinazione, e invece, ci sono i soliti compromessi...

     
  • At 08:54, Blogger Dblk said…

    Mah forse stanno cercando si ottenere nuovamente consensi, con una mossa azzardata, ma forse, a questo punto, inevitabile per via delle premesse che hanno loro stessi costruito. Ciao, Dblk

     
  • At 13:16, Blogger vieller said…

    Non è il governo della marcia indietro, è il governo della conta dei senatori.
    Chi se ne frega se in piazza protestano. Però se un senatore dice "non voterò la finanziaria se ......bla bla bla." allora si che gli si da ascolto. Perchè un senatore è pur sempre un senatore, non si può non dargli ascolto. Specialmente se fa parte di quelli che rientrano nel numero che dovrebbero votare a favore.
    E speriamo (per il governo) che non si ricominci a parlare di eutanasia.

     
  • At 20:23, Blogger Fabrizio Gattuso said…

    purtroppo con una maggioranza così esigua non si può fare molto..è pur vero che molte volte gli emendamenti vengono proposti e poi smentiti..ma ho elaborato una mia tesi..i ripensamenti ci sono sempre stati in tutti i governi solamente che ora c'è un'attenzione giornalistica sulla finanziaria che ogni cambiamento è portato alla luce..mentre prima non accadeva tutto ciò..apprezzo comunque alcune scelte sensate..la finanziaria non è il massimo ma è pur sempre un inizio..

     
  • At 11:32, Blogger mario said…

    Consoliamoci fratelli. La realtà è Bassolino con la monnezza di Napoli ed i soldi pagati ai consulenti. Cofferati ed i disperati che ha fatto sgomberare. Padoa Schioppa e le prossime riforme strutturali (tremo al pensiero)Fassino che parla di banche (sono il problema dei DS dopo la fregatura Coop e Monte dei Paschi)e niente di classi marginali.Continuiamo con l'elenco? Alternative? Perchè questa che abbiamo sotto gli occhi lo è?
    Vogliamo qualcuno che ci riscaldi il cuore.

     

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home